To top
1 Mag

1 Maggio e la festa fantasma!

Il 1 Maggio si celebra in molti Paesi del mondo la Festa del lavoro.

Non si tratta, infatti, di una ricorrenza solo italiana, anche se dobbiamo tristemente ammettere che quella che fino a pochi anni fa era una giornata che aveva un senso, che profumava di nobiltà e dignità,  con l’incalzare della crisi ed un economia mondiale messa in ginocchio si è trasformata quasi in una beffa perché parlare di festa dei lavoratori oggi, quando moltissime persone sono a casa senza lavoro e moltissime altre sono in cassintegrazione  o lottano tutti i  giorni per non perderlo tutto può far pensare meno che ad una festa!

Quello che in  molti non sanno è il motivo per cui questa ricorrenza viene festeggiata proprio l’1 maggio e non un altro giorno. La scelta della data, infatti, non è stata casuale e si ricollega ad una manifestazione di lavoratori svoltasi a Chicago nel 1886 e finita nel sangue. I lavoratori in quell’occasione stavano scioperando per chiedere che l’orario di lavoro avesse un tetto massimo di 8 ore  considerando il fatto che in quel periodo ai lavoratori non era riconosciuto alcun diritto e molta gente era costretta a lavorare anche 16 ore al giorno, in condizioni disumane, tanto da perdere spesso la vita nello svolgimento delle proprie mansioni. Nei giorni seguenti all’1 Maggio ci furono altre manifestazioni e scontri che portarono il 4 maggio al massacro di Haymarket che fece registrare addirittura 11 morti tra manifestanti ed agenti di polizia.

L’11 Novembre del 1887 quattro operai, quattro organizzatori sindacali e quattro anarchici furono impiccati, sulla base di motivi tutt’altro che fondati,  per aver organizzato il 1º maggio dell’anno precedente lo sciopero ed una manifestazione per disciplinare l’orario di lavoro.

In Europa il 1 Maggio fu ufficializzato a Parigi nel Luglio del 1889 in occasione del congresso della Seconda internazionale. Anche in questa occasione fu indetta una manifestazione per chiedere la riduzione delle ore di lavoro ad otto.

In Italia la festa dei lavoratori fu festeggiata per la prima volta nel 1891 ma durante il periodo fascista fu repressa per essere ripristinata nel 1945. Il 1 Maggio del 1947 circa duemila persona la maggior parte dei quali contadini  manifestarono contro il latifondismo a Portella della Ginestra vicino Palermo ed anche in questa occasione il numero di morti e feriti fu alto.

L’1 Maggio del 1955 Papa Pio XII istituì la festa di San Giuseppe Artigiano perché questa data potesse essere onorata appieno anche dai lavoratori cattolici mentre dall’1 maggio del 1990 i sindacati CGIL, CISL e UIL hanno organizzato a Roma in piazza San Giovanni un concerto molto famoso al quale partecipano nomi prestigiosi della musica ed un numero sempre più numeroso di giovani che si riuniscono per ricordare il diritto fondamentale di ogni cittadino ad avere un lavoro che garantisca una vita degna di essere vissuta a lui ed ai suoi cari.

I lavori più strani del mondo.

Dopo avervi parlato dell’origine di questa festa, per stemperare un poco gli animi, vogliamo ora parlarvi di alcuni considerati tra i lavori più strani del mondo da tenere sempre ben presente quando proviamo a lamentarci del nostro. Dobbiamo ammettere che a volte la fantasia supera la realtà e che di sicuro queste persone non hanno il tempo di annoiarsi. Volete scoprirne alcuni?

Romanziere personale – Le società si chiamano: Kathy Newbern e JS Fletcher di YourNovel.com e sono in grado di trasformare la storia di qualsiasi coppia innamorata in un romanzo. I lettori possono scegliere tra diversi “input”, temi e location, spaziando dal romantico al giallo. In allegato anche una copertina che i romanzieri promettono sia “originale”. Il prezzo varia tra i 20 ed i 150 dollari.(Fonte: www.theeditorial.it)

Scopritore del sesso dei pulcini – Non pensate sia semplice perchè si stima che prima di imparare a riconoscere il sesso dei pulcini occorra osservare il didietro di almeno 250.000 esemplari. Pare che il sedere di ogni pulcino sia contraddistinto da alcuni segni e che interpretando gli stessi si potrà capire se il pulcino è maschio o femmina. I “sessatori” più bravi riescono a esaminare anche 1.700 pulcini all’ora (guadagnando cifre da capogiro), dando la risposta esatta nel 99 per cento dei casi. I più abili provengono dal Giappone, che ha scuole molto severe dedicate alla loro formazione. I neurologi sostengono che gli anni di studio abbiano l’effetto di rafforzare precisi meccanismi cognitivi e mnemonici, che col tempo diventano automatici e consentono di riconoscere il sesso dei pulcini. (Fonte: www.focus.it)

Lo scusatore a domicilio – Chiedere scusa è difficile, quasi impossibile, soprattutto se l’orgoglio è tanto. In Giappone abbiamo scoperto però un mestiere altrettanto difficile: Lo “scusatore a domicilio”. I lavoratori sono preparati a tutto finanche ad apparire sinceri e convincenti. Il costo varia dai 20 ai 30 euro. Ma ci sono “scuse” che raggiungono anche i 200 euro….quindi occhio a cosa volete farvi perdonare. Potrebbe costarvi molto caro!!!  (Fonte: www.theeditorial.it)

Il falso fidanzato virtuale – Per 10 Dollari si farebbe di tutto, anche il finto fidanzato virtuale. Siti come Invisible Boyfriend, forniscono un personaggio partner che si impegnerà a rendere in tutto e per tutto la sua persona un fidanzato amorevole ed attento. Manderà messaggi a San Valentino, compleanno, regali a qualsiasi occorrenza e ricorrenza. Chissà se bisogna pagarlo anche per litigare, ci siamo chiesti!  (Fonte: www.theeditorial.it)

Assaggiatore di cibo per animali domestici –  I Dipendenti vengono assunti dalle aziende alimentari per animali per testare le qualità dei loro prodotti. Il ministero del lavoro americano stima che questi lavoratori sono in grado di guadagnare dai 34 ai 118 mila dollari annui. Ovviamente non è limitare solo all’assaggio. Infatti i lavoratori sono pagati anche per collaborare con i nutrizionisti per lo sviluppo di prodotti adatti alle specie diverse.(Fonte: www.theeditorial.it)

I lavori più belli al  mondo.

E poi ci sono loro: i pochissimi eletti che svolgono lavori che sono stati segnalati come i più belli al mondo. Scoprite quali sono con noi:

Custode di Paradise Island – Qualche anno fa Ben Southall, di Petersfield (GB), ha battuto quasi 35.000 candidati provenienti da tutto il mondo per l’assegnazione di un lavoro di “custode” di Hamilton Island, nella Grande Barriera Corallina. Ottimo lo stipendio, superiore a 110 mila dollari australiani (circa 75 mila euro) per 6 mesi di lavoro. Tra le competenze richieste, quella di sapere nuotare e la voglia di esplorare l’isola. Come alloggio gli è stata fornita per sei mesi una villa di tre camere, con piscina. L’annuncio è stato  pubblicato per far conoscere al mondo, attraverso una campagna virale, il fascino del nord-est del Queensland. (Fonte: www.focus.it)

Collaudatrice di alberghi di lusso – Rhiannon Taylor ( 29 anni ) qualche anno fa ha creato In bed with me, sito dove valuta gli alberghi a 5 stelle, viaggiando per il mondo per mettere alla prova letti, piscine e servizio in camera. Grazie alle sue recensioni ironiche e sfacciate il ​​sito è diventato un grande successo e in molti si affidano a lei per programmare un viaggio. La pubblicità di aziende che vendono prodotti di viaggio, come valigie, costumi da bagno e altro, ha poi fatto sì che il suo lavoro venisse ripagato. E in seguito anche gli alberghi hanno iniziato a pagare perché lei li visitasse… (Fonte: www.focus.it)

Tester di acquascivoli – Ogni anno il 32enne inglese Tommy Lynch percorre più di 40 mila chilometri nel mondo per il suo lavoro: testare gli scivoli dei parchi acquatici e dei resort di vacanza. Lynch lavora per la First Choice Holidays, e il suo compito è controllare l’altezza, la velocità, la quantità d’acqua e tutti gli aspetti di sicurezza degli scivoli prima che i turisti li prendano d’assalto. In un solo anno gli capita di testare scivoli in villaggi vacanze a Lanzarote, Maiorca, Egitto, Turchia, Costa del Sol, Cipro, Algarve, Repubblica Dominicana e Messico. Senza mai concedersi un giorno di ferie! (Fonte: www.focus.it)

Giardiniere – A 18 mila sterline l’anno (circa 25 mila euro), che corrisponderebbero allo stipendio medio di un giardiniere inglese, sono una cifra importante ma non certo da capogiro. Eppure secondo una ricerca basata su statistiche e pubblicata dal quotidiano The Guardian, quello del giardiniere è uno dei lavori più belli del mondo. Secondo gli intervistati infatti i vantaggi sono tanti: stare all’aria aperta e lavorare con la natura, tenersi lontani da una scrivania, la varietà del lavoro, gli effetti terapeutici del verde e anche la possibilità di creare paesaggi con le proprie mani. (Fonte: www.focus.it)

Matematico – Ed eccolo il lavoro dei sogni. L’anno scorso il settimanale TIME ha pubblicato i risultati di uno studio del sito web CareerCast.com sui migliori lavori del mondo. E indovinate un po’? Con un reddito medio superiore ai 100 mila dollari all’anno e un tasso di crescita del 23% previsto per il 2022, il matematico è in assoluto il lavoro più desiderabile. Le possibilità di lavoro, del resto, sono molte: dalla sanità alla tecnologia, fino alla politica. E, aggiunge TIME, “i matematici sono impiegati in ogni settore, dai broker di Wall Street alle società energetiche, dall’IT agli Istituti di ricerca universitari”. Senza di loro, insomma, pare che il mondo rischierebbe di fermarsi. (Fonte: www.focus.it)

A questo punto, in modo un po’ nostalgico, molti di noi staranno pensando a quello che sognavano di fare da grandi perché così come l’amico del cuore o il sogno del principe azzurro e della donna perfetta tutti noi nel cassetto avevamo un piccolo e talvolta segreto pensiero sul lavoro, riuscendo addirittura già ad immaginarci catapultati in un certo contesto. Altri, invece, penseranno che da piccoli non avevano assolutamente idea di quello che avrebbero voluto fare e che, in fin dei conti, non è andata così male mentre altri ancora saranno addirittura contenti di quello che la vita ha deciso per loro portandoli a compiere un lavoro molto diverso da quello che, in realtà, volevano fare e che magari si era rivelato essere una gran delusione.

Qualunque sia la vostra situazione attualmente c’è, però, una regola che vale sempre e per tutte le professioni e che prima che un dovere deve essere una regola di vita: qualunque cosa facciate, fatela al meglio e questo non per gli altri o per godere dei  riconoscimenti  e degli onori del mondo ma per voi, per il rispetto profondo che ogni mattina proverete nei confronti di quell’uomo o quella donna che si guarda allo specchio fiero/a e pieno/a di sano orgoglio sapendo di contribuire a quel che  di buono resta di questa  società in nome di valori come onestà, dignità, trasparenza e sacrificio ma soprattutto non piegandosi mai e poi mai di fronte al marciume imperante ed a coloro che vogliono farci credere di essere fortunati per il solo semplice fatto di avere un lavoro qualsiasi dimenticandosi  che avere un lavoro dignitoso non è un regalo che vi fanno ma un sacrosanto diritto:

COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA:

Art.1 :

L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro.

La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione.

Art. 36:

Il lavoratore ha diritto ad una retribuzione proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa.

La durata massima della giornata lavorativa è stabilita dalla legge.

Il lavoratore ha diritto al riposo settimanale e a ferie annuali retribuite, e non può rinunziarvi.

Buon 1 Maggio a tutti!!

Alessandra Cuscianna
No Comments

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

>