To top
20 Ott

Cracovia tra storia, arte e santità!

copertina b

Qualche settimana fa vi avevamo promesso un giretto per le vie di Cracovia ed oggi siamo qua per mantenere la nostra promessa.

Come sempre il nostro articolo non punta a parlarvi delle attrazioni più comuni perché per quello ci sono guide cartacee ed “umane” più preparate di noi ma il nostro compito è quello di rendere il vostro viaggio più piacevole possibile e magari darvi consigli che vi semplificano la vita o vi fanno scoprire dettagli altrimenti troppo nascosti.

La prima, anzi primissima, cosa da fare è informarsi sulla moneta e sapere che in Polonia di norma non accettano l’euro..forse qualche negozio può farlo ma di regola la moneta nazionale è lo zloty e per gli acquisti si usa quello. Il cambio è estremamente favorevole , così tanto che vi stupirete soprattutto quando sarete al ristorante e mangerete esageratamente pagando non più di 15 euro.

La prima cosa che ci sentiamo di consigliarvi per visitare la Polonia è di volare con Wizz Air che, di sicuro, tra le varie compagnie offre i prezzi più vantaggiosi per quella tratta. Io personalmente sono atterrata a Varsavia (anche se Cracovia ha il suo aeroporto) per andare a trovare una amica ma qualora voi decidesse di fare altrettanto, perché volete visitare anche Varsavia, allora tenete in considerazione che esiste un intercity che vi porterà a Cracovia in circa due ore ed un quarto a prezzi assolutamente abbordabili, anzi prima prenoterete e meno spenderete. Questo il link da consultare https://www.intercity.pl/pl/  ve lo scriviamo qui con piacere perché non è così immediato trovarlo su internet.

Una volta arrivati a Cracovia vi consigliamo assolutamente di seguire i Free Walking Tours. Cosa sono vi starete chiedendo? Ebbene, personalmente ho viaggiato sia per lavoro che per motivi personali molto ma non mi ero mai imbattuta prima in questi famosi ombrellini gialli…ora invece so che ogni volta che visiterò un posto la prima cosa che farò sarà quella di informarmi sulla loro presenza. Si tratta di visite guidate che riguardano itinerari specifici , organizzati da ragazzi molto preparati che vi faranno scoprire le bellezze della città raccontandovi tanti aneddoti interessanti e che alla fine del tour pagherete con un’offerta libera , a secondo del vostro gradimento e di quanto siete rimasti soddisfatti. I Free Walking Tour sono organizzati in più lingue ma a Cracovia avrete la possibilità di prenotarne solo due in italiano: uno parte nel primo pomeriggio dalla Vecchia sinagoga ( ma mi raccomando informatevi meglio prima)  e vi porterà a visitare il ghetto ebraico, partendo dalla vecchia sinagoga, appunto, per passare davanti alla casa di Helena Rubinstein, entrare in una sinagoga per scoprirne l’architettura , riflettere tristemente su quanto dolore è stato inflitto agli ebrei relegati nel ghetto per poi essere in parte condotti nei campi di concentramento, in parte uccisi all’interno del ghetto stesso. A questo riguardo la vostra guida vi porterà a visitare anche la famosa piazza delgi ” Eroi del ghetto” caratterizzata da un insieme di sedie di acciao posizionate a casaccio in tutta la piazza a ricordo degli innocenti trucidati.

eroi ghetto

Piazza Eroi del Ghetto

Se vi chiedete cosa rappresentano quelle sedie e perchè la sedia è stata scelta come simbolo per ricordare quell’orrore  vi diremo che la teoria più accreditata , anche se diverse storie e versioni girano sul web, fa riferimento alla fotografia di una bambina che, proprio durante i giorni bui in cui gli ebrei furono trasferiti dal quartiere di Kazimierz al Ghetto, fu ritratta mentre con sè portava anche la sediolina di acciaio del suo asilo.

Quando parliamo della Piazza degli Eroi del Ghetto non possiamo , inoltre,  non citare la famosa Farmacia dell’Aquila che si affaccia proprio sulla piazza e che apparteneva ad un polacco che si rifiutò in tutti i modi di abbandonarla ma che al contrario trasformò il suo luogo di lavoro anche nella sua casa prestando molto spesso ed in gran segreto soccorso agli ebrei feriti o moribondi.

A questo riguardo e se siete interessati ad approfondire l’argomento vi suggeriamo il libro “Una farmacia nel ghetto di Cracovia”  ( da pochissimo tradotto anche in italiano) nel quale vengono appunto riportate tante e tristi testimonianze di tutto quello che questo coraggioso farmacista visse e fu costretto a vedere da dietro ai vetri del suo piccolo laboratorio.

Il vostro tour nel ghetto terminerà davanti alla  alla fabbrica di Schlinder altro eroe  legato a quell’incubo chiamato olocausto e se non avete mai visto il meraviglioso film Schilder’s  List noi vi suggeriamo vivamente di farlo…è arrivato il momento!

Il secondo tour , organizzato , invece, di mattina ( ma verificate sempre queste informazioni perchè potrebbero cambiare)  parte dal Barbacane e prevede la visita della città vecchia . Attraverserete la porta di San Floriano e scoprirete la sua leggenda e perchè San Floriano ( che è italiano) sia diventato il protettore della bella città polacca, continuerete a camminare ed  i racconti della guida vi porteranno nella bellissima “Piazza del mercato” dove sorge la meravigliosa chiesa di Santa Maria della Vergine che rappresenta senza dubbio la più importante testimonianza religiosa della Polonia. Credetemi che io di chiese nel mondo ne ho visitate ma questa vi lascerà davvero senza fiato per la magnificenza del suo interno, i colori ed i mille dettagli artistici. Di più non voglio dirvi proprio per non rovinare la magia dopo che avrete varcato la sua porta. A questo punto la guida vi racconterà la storia delle sue due torri, una più alta ed una più bassa costruite da due fratelli architetti che un bel giorno cominciarono a fare a gara per costruire appunto la torre più alta ma di più non possiamo dirvi….cosa succederà ai due fratelli?

mercato centrale

Piazza Centrale

Dopo tanta arte si continua con un po’ di cultura e la visita alla Università Jagellonica . Questa università fu fondata nel 1364 dal re Casimiro il Grande e rappresenta una tra le università più antiche del mondo , la più antica in Polonia e seconda in Europa dopo l’università di Praga.

Ultima tappa del vostro tour mattutino sarà la collina di Wawel e con lei il castello e la cattedrale. L’ingresso non è compreso nel vostro giro ma essendo la collina l’ultima tappa magari dopo aver salutato la guida ed averla pagata dignitosamente ( non ci provate a girare gratis!!) potrete decidere se visitare entrambi i monumenti o uno dei due a vostra scelta.

Alla fine delle visita sarà possibile scendere nella “Smocza Jama” (La Caverna del Drago”), lo troverete lì di fronte la riva del fiume Wisla a sputare fuoco ogni 10 minuti per la gioia di grandi e  piccini non prima che la vostra guida vi avrà raccontato la sua leggenda.

Vogliamo , tuttavia, segnalarvi anche un altro posto molto caratteristico sempre nel quartiere ebraico. Parliamo di Play Novi una piccola piazzetta piena di bancarelle durante il giorno e di localetti molto caratteristici di sera, punto di ritrovo dei giovani più cool della città.

Tra i locali  in cui bere almeno un caffè vi segnaliamo  il Singer Bar che si caratterizza proprio per il suo arredamento costituito dai tavolini e dalle macchine da cucire delle nostre nonne

 

singer

Singer Bar

e l’Alchemia che vi colpirà perchè i suoi mobili sono tutti diversi, tavoli differenti, sedie dallo stile non proprio univoco e questo perchè realizzato con “quello che si aveva”. Atmosfera un pochino misteriosa ma intrigante.

 

alchemia

DOVE DORMIRE? 

Noi vi suggeriamo l’Hotel Astoria , il rapporto qualità prezzo è molto buono, le stanze pulite, la colazione è ricca ed il personale simpatico…se poi preferite il super lusso allora dovrete cercare da soli perchè noi quando giriamo pensiamo a tutte le tasche. Questo hotel si trova nel quartiere ebraico Kazimierz a pochi passi dalla vecchia sinagoga dove comincerà , se vorrete , il vostro free walking tour!!!

Sempre a Cracovia, tuttavia, c’è un’altra associazione : Cracow Free Tours che organizza ( in italiano) due interessantissimi giri in città. In questo caso gli ombrellini non saranno gialli ma rossi e la vostra guida Antonio vi aspetterà ogni giorno alle 10.30 ed alle 14 davanti alla porta della chiesa di santa Maria della Vergine nella piazza del Mercato centrale. Anche lui vi racconterà tanti aneddoti portandovi a scoprire dettagli e curiosità che nessuna mappa vi avrebbe mai svelato!

N.B: Fate attenzione perché in questo periodo , tuttavia, i Free Walking Tour in italiano ( ombrellini gialli) sono stati sospesi fino a Marzo mentre potrete trovare Antonio  con il suo ombrellino rosso ad attendervi fino al 6 Novembre, dopodiché anche in questo caso bisognerà attendere Marzo per tornare a godere di queste interessanti visite con un clima ben più mite.

A questo punto e dopo aver tanto girato dovremmo anche pensare allo stomaco e consigliarvi tutti i piatti della cucina polacca che proprio non potrete perdervi ma poichè la varietà è ampia preferiamo dedicar loro un “gustoso” articolo specifico.

Chiudiamo, però il nostro viaggio a Cracovia ricordandovi un appuntamento che non potrete mancare  quindi prendete carta e penna ed approfittate del prossimo ponte dell’Immacolata per godere della magia e dell’atmosfera dei mercatini di Natale.

Dal 24 Novembre al 26 Dicembre 2017 la piazza principale sarà animata da decine di bancarelle presso le quali potrete assaggiare i piatti tradizionali, buonissimi dolci preparati in casa , formaggi e bere dell’ottimo e rigenerante vin brulè senza dimenticare il panpepato che in questa occasione vi verrà offerto a forma di cuore e ricoperto con dolcissima glassa. Inoltre in vista delle vacanze natalizie presso queste casette di legno sarà possibile acquistare giocattoli, originali decorazioni e tanti pensierini per i vostri regali. Per le più chic ci saranno anche gioielli ed artigianato locale, di sicuro e se site degli appassionati on potrete perdervi le palline di vetro dipinte a mano dagli artisti polacchi.

E per finire per allietare gli animi sono previsti anche animazione, canti e spettacoli  gratuiti.

Insomma gli ingredienti per trascorrere delle giornate davvero “favolose” e piene di atmosfera ci sono proprio tutte ora toccherà a voi e solo a voi fare in modo che il sogno si trasformi in realtà!

 

 

 

 

 

 

Alessandra Cuscianna
No Comments

Leave a reply