To top
10 Lug

A star is born: un film da vedere (recensione)

Molti di voi, leggendo il titolo del film, penseranno che la nostra recensione sia piuttosto tardiva dal momento che la pellicola è uscita mesi fa nel 2018 e che nel frattempo ha portato a casa anche un Oscar ( Shallow) per il miglior  brano.

Ebbene non è così o, per meglio dire, specificheremo che le nostre  parole sul film sono dedicate a tutti coloro che, per un motivo o per un altro, non hanno avuto la possibilità di poterlo ancora vedere e si sono chiesti più volte se valga la pena a questo punto.

La risposta è una e non lascia spazio ad alcuna interpretazione: si, dovete vederlo.

Naturalmente il punto di vista è quello di una donna ma sono sicura di non sbagliare quando suggerisco anche e soprattutto agli uomini di mettersi davanti alla tv se non altro per capire come si  guarda una donna, come si sostiene una donna, come si sorride o semplicemente si ama una donna.

Perfetto Bradley Cooper sia come attore che come regista ( la prima prova per lui). L’interpretazione è fortemente delicata, il modo di guardare la protagonista nel film fin troppo reale e le emozioni che trasmette sono genuine e sincere, roba da innamorarsene perdutamente dopo 10 minuti.

Lady Gaga è convincente, passionale ed estremamente naturale nella parte che segna il suo brillante esordio come attrice. Ne sentiremo parlare.

“A star is born” è un film che fa bene al cuore e non pensate che queste parole siano dettate dalla storia più o meno romantica di sottofondo, no. Il film ci pone di fronte a temi importanti, delicati e che riguardano la vita di ognuno di noi. L’intreccio dei sentimenti dei due protagonisti ci prende per mano e ci fa vivere all’interno del loro rapporto fantasmi che tutti conosciamo dalla mancanza di autostima, all’importanza di avere accanto persone che credono in noi stessi e che ci vedono per quello che siamo a differenza di noi che non ci vediamo più, ed ancora la grande sofferenza e forza psicologica che ci vuole per aiutare chi soffre per una dipendenza (alcol nel nostro caso), la paura paralizzante di fallire e deludere chi ci ama oltre che noi stessi o l’umiltà che porta a sostenere l’altro quando ha più successo di noi in una ascesa senza fine che coincide con la nostra caduta in un abisso di indifferenza. Se dovessi trovare un aggettivo per questa produzione sarebbe straziante o forse ancora meglio struggente ma non in senso negativo, non a voler dire che il film riduce a brandelli la nostra anima ma a voler indicare che tocca le corde più profonde e le fa vibrare permettendoci di lasciarci andare alle nostre debolezze, alla voglia di affetto, ai sogni.

La chimica tra Bradley Cooper e Lady Gaga è così forte da uscire dallo schermo e da trasformare un film in uno spezzone di vita nostra o dei nostri cari, ci si dimentica di guardare una pellicola di plastica e ci si immerge in un attimo di infinito.

Tutto sommato sono stata contenta di averlo visto solo qualche giorno fa ed aver avuto la possibilità di pensare, tra me e me, che un film che mi fa sorridere, sognare, preoccupare, commuovere , rammaricare e sperare è davvero un miracolo nel mondo delle produzioni cinematografiche attuali.

Non perdetelo, ve lo dico sul serio.

Chiudo questa recensione con qualche curiosità ed aneddoto interessante:

  1. Inizialmente il regista avrebbe dovuto essere Clint Eastwood e l’attrice sarebbe stata Beyonce ma in un secondo tempo entrambi per motivi lavorativi hanno rinunciato ai piani iniziali
  2. Anche Tom Cruise era stato contattato ma il progetto non gli è sembrato interessante
  3. E’ il film con protagonista una cantante vera ad aver incassato di più ( meglio di Guardie del corpo con Whitney Houston)
  4. Il film è stato inserito tra i dieci migliori film del 2018 dall’American Film Institute ed è stato candidato ad 8 premi Oscar portando a casa quello per la canzone più bella
  5. Il cane Charlie presente nel film appartiene davvero a Bradley Cooper ed è il suo migliore amico
  6. Il film a Venezia è stato accolto da 8 minuti di ovazione e standing ovation
  7. Lady Gaga ha convinto il protagonista maschile ad esibirsi dal vivo e cantare sul serio. Le canzoni del film sono state scritte tutte da Gaga , Cooper e loro collaboratori

La frase che più mi ha colpito?

“Il talento arriva da dovunque, ognuna delle persone che sono in questa stanza ha talento per qualcosa ma avere qualcosa da dire e dirla nel modo giusto così che il pubblico ti ascolti interessato non sono la stessa cosa e fino a quando non proverai a farlo, non saprai mai se ne sei capace. Questa è la verità”

 

 

Alessandra Cuscianna
No Comments

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.