To top
17 Mag

“Maasai Project”: un progetto sociale firmato Pikolinos

Cosa ci fa un Maasai a Firenze?

Il capo Maasai William Kikanae, ha presentato la settimana scorsa il progetto sociale “MAASAI PROJECT” nel locali del negozio Pikolinos a Firenze.
Abbiamo trovato questo progetto ed iniziativa molto interessanti, ci siamo documentate  e come sempre non potevamo non segnalarvelo.

Una delle cose che ci ha piacevolmente colpito, oltre al valore sociale dell’iniziativa, è il fatto che grazie a questo progetto,  donne di culture estremamente diverse collaborano in un progetto unico. Lilian Ole Pere , la moglie del capo Maasai in Kenya , è responsabile della supervisione della produzione di tutte le donne che lavorano la pelle. Forma, consiglia e guida centinaia di donne in tutto il Maasai Mara . In Spagna , Leonor Villalba usa la sua macchina da cucire per rifinire ogni pezzo di pelle mentre dà forma al prodotto finale , ispeziona la qualità di ogni punto, e ammira la dedizione di ogni pezzo che è stato inviato dal Maasai Mara . Un unico progetto lega le due donne che vivono in due realtà diverse , ed è naturale per loro incontrarsi e condividere il loro lavoro , visioni ed esperienze.

Conoscete Pikolinos?

Pikolinos è un marchio spagnolo di calzature che fa parte del Gruppo Pikolinos, una società le cui attività spaziano dalla conciatura delle pelli alla gestione di propri negozi. La loro materia prima – la pelle, determina i loro prodotti.

Le scarpe Pikolinos si caratterizzano per il comfort, il colore e l’alta qualità della pelle trasmettendo il calore dell’autentico prodotto artigianale, valori che si collegano perfettamente con lo sviluppo della speciale linea speciale in collaborazione con la tribù Maasai: #Maasaiproject.

Pikolinos è profondamente onorato di lavorare con le talentuose donne di Maasai Mara così come con il carismatico capo William

dice Juanma Peran, Vice Presidente di Pikolinos.

La collezione “Maasai Design Sandals”

William Kikanae racconta il progetto

William Kikanae racconta il progetto

Attraverso la realizzazione della collezione “Maasai Design Sandals”, le donne della tribù Maasai hanno la possibilità di lavorare e di sostenere le proprie famiglie all’interno di una comunità dichiarata a rischio di estinzione.
Il diritto al lavoro è solitamente riservato agli uomini ma grazie all’iniziativa sociale voluta dall’azienda spagnola di calzature e borse Pikolinos, le donne percepiscono un vero e proprio stipendio e aiutano attivamente lo sviluppo della propria tribù, sostenute dal loro capo e ambasciatore nel mondo, William Kikanae.

William Kikanae ambasciatore Maasai

William Kikanae ambasciatore Maasai

Il capo, Kikanae Ole Pere, o William come è chiamato in Occidente, sostiene le donne Maasai e la loro determinazione nel superare le avversità della loro vita. La visione di William per la legittimazione della donna è supportato infatti da Pikolinos, uno dei più importanti marchi di calzature spagnolo a livello internazionale, che sta portando in tour il capo della tribù Maasai per lanciare il sesto anno del Maasai Project in collaborazione con ADCAM (Associazione per lo Sviluppo, Commercio Alternativo, e Microcredito).

Maasai Collection negozio di Firenze

Maasai Collection negozio di Firenze

Tutti prodotti realizzati all’interno di questo progetto portano con sé la storia delle donne che lo hanno creato. Grazie a William, che è stato eletto capo della tribù per i suoi incrollabili sforzi per provvedere ai bisogni della sua comunità, il Progetto Maasai ha dato a queste donne della tribù una voce economica per il futuro della loro società e ha conferito loro uno status che qualche anno fa avrebbero solo sognato.

All’interno di questo programma, le pelli sono state tagliate in forma in Spagna dalle rifiniture del marchio Pikolinos e spedite a Maasai Mara, dove vengono distribuite tra le centinaia di donne Maasai che partecipano al progetto. Queste donne possono lavorare, stando sedute in gruppo, sotto l’ombra degli alberi, decorando la pelle alla loro velocità, con colori vivaci e disegni ispirati dalla ricchezza della loro cultura.

Le creazioni, una volta terminate, prima di essere distribuite per il mondo, vengono rispedite in Spagna per essere assemblate su borse e scarpe delle collezioni Pikolinos, così come l’“Autentico Design Maasai”. Tutti i profitti ottenuti dalle vendite dei prodotti tornano poi alle donne dei Maasai.

Il Progetto Maasai permette alle donne e alle loro famiglie in Kenya e Tanzania di avere dei futuri sostenibili assumendole e fornendo loro degli stipendi. Alla Pikolinos, siamo fieri di avere un impatto così positivo sulle loro vite e inoltre supportiamo i valori Maasai che sono profondamente radicati nella famiglia e la natura. La nostra compagnia è stata fondata su dei valori molto simili, ai quali teniamo ancora oggi. La scelta di supportare Il Progetto Maasai è stata una scelta naturale in quanto affine a Pikolinos su vari livelli.

afferma Juanma Peran, Vice Presidente di Pikolinos.

L’azienda è presente in oltre 60 paesi ed è sempre stata impegnata nella cooperazione e nei progetti di commercio equo e solidale che coinvolgano le nazioni svantaggiate.

Se volete approfondire ed avere maggiori notizie sul Progetto Maasai, visitate www.maasai.pikolinos.com

Photo credit: Simone Pianigiani

Sara Falciani
No Comments

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

>