To top
8 Gen

L’oroscopo dei proverbi: tu che proverbio sei?

zodiaco

All’inizio dell’anno si sa ogni trasmissione televisiva o articolo di giornale è invasa dalle previsioni astrologiche per il nuovo anno. C’è chi l’oroscopo lo segue fin troppo ed ogni giorno non comincia la giornata senza aver letto cosa succederà al suo segno, c’è chi si rifiuta categoricamente di credere che i movimenti dei pianeti possano influenzare la nostra vita e poi ci sono i più diplomatici che, appunto, hanno una posizione media rispetto alle due correnti di pensiero estreme ed opposte e magari pur non credendo all’oroscopo day by day credono comunque alle caratteristiche generali di un segno e così , per esempio, gli arieti saranno testa dura, gli acquario degli spiriti liberi, i vergine super pignoli ed ipercritici etc.

Oggi noi ci siamo volute divertire a creare un abbinamento alquanto insolito e fuori del comune: quello tra segni e proverbi. Premettiamo subito che rispetto ad ogni segno ci sono sostanziali differenze tra gli esponenti uomini e donne tanto da dare origini in alcuni casi a pesanti contraddizioni a livello di carattere ma noi in questa occasione abbiamo cercato di pensare a proverbi che più si avvicinassero ai tratti distintivi più marcati per ogni simbolo dello zodiaco!!!

Divertitevi a scoprire il vostro proverbio e quello di parenti ed amici e cercate di capire quanto bene li conoscete…

 

ARIETE: Can che abbaia non morde

 

TORO: Chi va piano va sano e va lontano

 

GEMELLI: Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino

 

CANCRO: Aprile dolce dormire

 

LEONE: La fortuna aiuta gli audaci

 

VERGINE: Chi fa da sé fa per tre

 

BILANCIA: A buon intenditore poche parole

 

SCORPIONE: A mali estremi, estremi rimedi

 

SAGITTARIO: Chi ha tempo non aspetti tempo

 

CAPRICORNO: Chi la dura, la vince

 

ACQUARIO: Anno nuovo vita nuova

 

PESCI: Barcollo ma non mollo

 

Si nasce sempre sotto il segno sbagliato e stare al mondo in modo dignitoso vuol dire correggere giorno per giorno il proprio oroscopo - Umberto Eco


 

Alessandra Cuscianna
No Comments

Leave a reply