To top
30 Ago

La sirenetta non vive solo a Copenaghen!

sirena

Oggi amici di Life vogliamo farvi scoprire una leggenda molto particolare e svelarvi una curiosità che in pochi sanno.

Alzi la mano chi quando sente parlare di sirenetta non pensa subito a Copenaghen ed alla favola di Andersen.

Ebbene con grande stupore io stessa , qualche giorno fa, in occasione di un viaggio in Polonia mi trovavo a Varsavia e proprio nella capitale polacca camminando tra ciottoli e deliziose stradine della “Città Vecchia” ( nominata dall’Unesco nel 1980 patrimonio storico dell’umanità dopo la fedele ricostruzione in seguito alla guerra)   ho scoperto che al mondo esiste anche un’altra sirena, quella appunto di Varsavia, che è il simbolo e nello stesso tempo la protettrice della città.

La statua della bella sirena si trova nella Tary Rynek (Piazza Vecchia) ma non è la sola perchè nella capitale potrete ammirarne altre per esempio a Stanisław Markiewicz e in Ulica Grochowska. Sirenka , questo il suo nome , è raffigurata con in mano uno scudo ed una spada a sottolineare il ruolo di protezione della città ed è presente anche sullo stemma araldico di Varsavia fin dal XVI secolo.

La cosa che più vi sorprenderà sapere è che lei , secondo la leggenda, è strettamente imparentata a quella ben più famosa di Copenaghen. Divertente, vero?

La storia infatti racconta che un bel giorno dopo un lungo viaggio attraverso gli oceani le due figlie del Dio Tritone decisero di separarsi e mentre una si recò nella capitale danese l’altra risalì la Vistola (il fiume polacco più famoso) fino a Varsavia. Impietositasi per la triste sorte che toccava ai pesci la sirena decise di intervenire durante le notti per aiutare a liberarli. I pescatori dopo aver trovato più volte le loro reti vuote e strappate cominciarono ad insospettirsi decidendo di fermarsi la notte in mare per cercare di capire cosa succedesse e perchè la loro pesca puntualmente falliva. Una volta scoperta la bella sirena gli stessi cercarono di catturarla  ma furono ipnotizzati ed incantati dalla sua bellissima voce finendo per innamorarsene perdutamente.

Ben presto, tuttavia, la popolarità della sirenetta si diffuse in tutto il Paese ed un malvagio impresario intuendo che avrebbe fatto tramite lei grandi affari un giorno la catturò e la imprigionò in una gabbia. Il pianto inconsolabile della sirena giunse all’orecchio dei pescatori che corsero in suo aiuto e riuscirono a liberarla.

Da quel giorno Sirenka in segno di gratitudine promise di proteggere la città ed i suoi abitanti da qualsiasi attacco malvagio ed in effetti oggi è ancora lì con la sua spada sguainata pronta ad evitare che qualcuno minacci Varsavia.

Ad onor del vero specifichiamo anche  che in seguito a diversi atti vandalici , come spesso accade, la statua attualmente esposta in piazza non è quella originale in bronzo ma una copia moderna in zinco. La prima realizzata nel 1855 da Konstanty Hegel si può oggi ammirare presso il Museo Storico mentre per la sorella….bè, sapete dove trovarla e chissà se un giorno le due sirene torneranno insieme!!

 

 

Alessandra Cuscianna
No Comments

Leave a reply