To top
14 Giu

Caffè verde: bruciagrassi, antiage e antifatica

Caffè verde

Qualche consiglio per chi vuole rimettersi in forma con un integratore ricco di proprietà : bruciagrassi, antiage e antifatica.

Il suo affascinate colore smeraldo,  le innumerevoli proprietà benefiche e, soprattutto, i sedicenti effetti dimagranti, fanno sì che la curiosità intorno al caffè verde sia in continuo aumento, arrivando a scalzare perfino il più ben noto cugino tè verde, da anni ormai sulla cresta dell’onda.

Che cos’è?

La pianta del caffè è un arbusto tropicale cresce principalmente in Africa, Asia e Sud America. Comprende circa 90 specie e alcune di esse sono utilizzate per la produzione della nota bevanda. Il fiore è bianco e molto profumato. I frutti sono delle piccole bacche rosse che formano dei grappoli e all’interno delle quali sono contenuti due semi, i chicchi di caffè.

La varietà utilizzata per creare l’estratto di caffè verde è l’Arabica. L’Arabica è originaria dell’Etiopia meridionale e ha un’altezza media che va dai 9 ai 12 metri. Le foglie sono lanceolate e crescono a coppie simmetriche lungo i rami. Ormai viene coltivata anche in Indonesia e in America latina.

Il caffè verde (Coffea arabica) è una miscela arabica di chicchi non tostati; cioè non ha subito il processo di torrefazione. Questo fa sì che i chicchi di caffè verde mantengano il loro originario  colore verde anziché essere marroni come siamo abituati a vederli. I suoi semi sono ricchi di antiossidanti e contengono una piccola percentuale  di caffeina.

Grazie a questi principi attivi, il caffè verde, associato ad una dieta ipocalorica, svolge un’azione brucia grassi naturale, sciogliendo gli accumuli lipidici e facilitando al perdita del peso. Inoltre ringiovanisce i tessuti e regola la glicemia. Assunto regolarmente, aiuta, infine, a placare la fame e a ottimizzare la trasformazione di zuccheri e grassi in energia.

Il segreto?I semi non tostati!

A cosa è dovuto il potere dimagrante del caffè verde? Il segreto è nei suoi chicchi e si deve all’elevato contenuto di acido clorogenico, il più importate composto polifenolico estratto dai semi non ancora tostati. Questa sostanza vanta un’azione snellente naturale: agisce rallentando l’assorbimento degli zuccheri nel sangue da parte dell’intestino e impedendone l’accumulo sotto forma di grassi. Inoltre favorisce l’utilizzo dei depositi adiposi da parte del metabolismo, accelerando il naturale processo per il quale il nostro organismo bruci i grassi accumulati. A fronte di elevate percentuali di antiossidanti dall’azione antinfiammatoria e anticellulite il contenuto di caffeina dall’estratto di caffè verde titolato al 60% in acido clorogenico , è bassissimo (inferiore al 2%). Il caffè verde non esercita pertanto un’attività eccitante.

Un’efficace antiage e antifatica

Il caffè verde somma all’azione bruciagrassi i benefici tradizionali caratteristici del caffè tostato, con un’efficacia ancora superiore: migliora l’attività del fegato, stimola le funzioni del cervello e ritarda l’invecchiamento. E’ utile agli sportivi per ridurre stanchezza e affaticamento. favorisce la diuresi e promuove la digestione. Infine, studi recenti hanno evidenziato che il suo consumo aiuta a riequilibrare i livelli ematici di glucosio nei pazienti affetti dal diabete di tipo 2 grazie all’effetto ipoglicemizzante esercitato dall’acido clorogenico.

Come si assume?

Il caffè verde si trova nei negozi biologici, in erboristeria e in farmacia sotto forma di bustine, anche in versione decaffeinata (per chi non tollera questa sostanza). In commercio è possibile trovare una particolare miscela di grani, macinati e non torrefatti, di caffè verde arabico. Basta consumarne una bustina al giorno da versare in una tazza di acqua bollente, 15 minuti prima della colazione oppure a metà mattinata o ancora prima dei pasti principali. In alternativa, alla classica bevanda, è possibile assumere gli estratti  di caffè verde in capsule e tavolette che contengono una maggiore quantità di acido clorogenico.

Gli estratti di caffè verde , infine, si trovano anche in molti prodotti cosmetici (creme o scrub per il viso  e il corpo) da applicare direttamente sulla cute. Agiscono aumentando al tonificazione della pelle.

Ci sono controindicazioni?

Non ci sono particolari controindicazioni legate all’uso del caffè verde, specie se ci si attiene alle dosi giornaliere consigliate e comunque sconsigliato a chi soffre di agitazione ed insonnia.

Se ne sconsiglia l’assunzione nei bambini e nelle donne in gravidanza, sicuramente.

In generale, e per qualsiasi integratore, è buona norma leggere sempre attentamente le etichette dei prodotti contenenti, in quanto potrebbero essere presenti principi attivi o eccipienti mal tollerati dal nostro organismo.

È necessario e doveroso sottolineare che  non esiste alimento dimagrante che tenga senza una dieta sana ed equilibrata, quindi tenendo d’occhio la nostra alimentazione.

A cosa giova, infatti, bere caffè verde quando per il resto della giornata si mangia smoderatamente?

Quindi acquistiamo pure caffè verde o prodotti che lo contengono, ma che sia un’occasione per riguardare la nostra alimentazione e metterci a regime!

 

 

Sara Falciani
No Comments

Leave a reply