To top
17 Giu

Amyko e Kingii, tecnologia wearable salva vita!

child-428690_1280

Oggi parliamo di sicurezza per grandi e piccini grazie alle nuove tecnologie “wearable”, che in questo caso promettono di salvarci la vita.

Vi presentiamo, per chi non li conoscesse, due braccialetti oramai diventati famosi  “Amyko”, che già dal nome promette di esservi di supporto in qualsiasi momento e “Kingii” (ken-gee) che prende il suo nome dal clamidosauro, una particolare specie di lucertola caratterizzata da un ampio collare che si espande in situazioni di pericolo, proprio come  Kingii si gonfia quando vi trovate in situazioni di emergenza in acqua.

“Amyko”,l’ idea di una startup italiana:  un innovativo braccialetto salvavita.

Amyko si tratta di un vero e proprio gioiello tecnologico che, però, è semplice come un giocattolo e soprattutto utilissimo.

Amyko

Gli ultimi modelli “Amyko”

Il braccialetto “Amyko” è una sorta di angelo custode tecnologico che raccoglie, in formato digitale, tutte le informazioni utili su chi lo indossa: dati anagrafici, foto, numeri di telefono, dati sanitari, gruppo sanguigno, intolleranze, medico curante, persone da contattare in caso di emergenza, etc..

A tutte queste si possono aggiungere anche utili funzioni come il memo-alert per ricordarsi di prendere una medicina, la geolocalizzazione, l’invio di una richiesta di soccorso.

La nuova versione della App, rilasciata a Gennaio 2017, prevede inoltre un vero e proprio Archivio medico digitale
grazie alla possibilità di caricare i referti medici e tutti i documenti utili direttamente tramite il proprio smartphone. Una ulteriore funzionalità è il Diario della Salute​ dove l’utente può annotare quotidianamente le terapie o i propri parametri legati alla salute.

Adatto per bambini, anziani, se vi trovate in viaggio e anche nella vita di tutti i giorni.

Gli ideatori del braccialetto ‘salvavita’  Filippo Scorza e Riccardo Zanini, titolari della Wecare, una startup italiana che con questo progetto ha ricevuto già molti riconoscimenti e premi a livello internazionale dicono :

siamo riusciti a creare un prodotto di utilità praticamente infinita nella quotidianità, indistruttibile, che non ha bisogno di nessuna manutenzione e che soprattutto avrà un prezzo accessibile veramente a chiunque. E lo abbiamo fatto in Italia e questo ci riempie di orgoglio e di entusiasmo”.

Il team della startup "Amyko"

Il team della startup “Amyko”

Per maggiori informazioni visitate il sito di Amyko (cliccando qui) il dispositivo ha veramente un prezzo accessibile a tutti.

 

Kingii, il più piccolo dispositivo di galleggiamento al mondo.

La World Health Organization stimaa che ogni anno 372.000 persone muoiono per annegamento ; è per questo che Kingii si pone l’obiettivo di aiutare le persone in difficolta che si trovano in acqua dai piccoli ( utilizzabile nei bambini da 6 anni in su) agli adulti; pensate che nonostante pesi solo 0,14 chili può riportare a galla fino a 124 chili.

Il bracciale è composto da una sacca gonfiabile, da una cartuccia di CO2 intercambiabile, da una leva di attivazione, da una bussola e da un fischietto.

Kingii si attiva tirando la leva, la cartuccia di CO2 si perforerà gonfiando il pallone ad alta visibilità in pochi secondi, aiutandoti a rimanere a galla.

E’ riutilizzabile, dopo l’utilizzo il pallone va sgonfiato, ripiegato ed inserito nuovamente nella sua custodia. Il  cilindro di CO2 contenuto nell’alloggiamento a vite sostituito. Nella confezione di Kingii troverai 2 ricariche.

 

kingii

 

 

Che dire la propria sicurezza e quella dei nostri cari è sempre al primo posto… Amyko e Kingii sono degli accessori  da poter portare in viaggio, al mare e utili nella vita di tutti i giorni!

 

Sara Falciani
No Comments

Leave a reply