To top
8 Feb

Airpods, una nuova generazione di cuffie wireless !

Le nuove cuffie wireless di Apple,  le Airpods,  sono sugli scaffali da fine ottobre e sono già  al centro della  curiosità dei “melomani e non” anche più del neo arrivato iPhone 7.

apple-airpods-auricolare-wirelessIl mercato delle cuffie bluetooth  è invaso ormai da un paio di anni da migliaia di prodotti di ogni fascia di prezzo. Ognuno con i suoi problemi: cuffie che hanno difficoltà nell’accoppiamento con tutti i device, cuffie che non hanno la giusta ergonomia , altre che hanno batterie che non ti permettono neanche di fare una corsa di 10 chilometri che sono già scariche.  Ad oggi ci sono modelli wireless di ottima qualità ma se non avete l’orecchio fine dell’audiofilo dubito che vi accorgerete della differenza tra quelle mediocri e quelle di ottima qualità.

“Reinventare il modo in cui ascoltiamo la musica” questo l’obiettivo  ambizioso e visionario di Apple; ci riusciranno?

Ad oggi la qualità non è uno dei pregi migliori delle cuffie Apple ma pare che l’azienda di Cupertino abbia trasformato le sue cuffie in dei veri e propri “dispositivi” da orecchie. Per poter utilizzare le Airpods sarà solo necessario aver effettuato l’aggiornamento ad iOS 10.

Le Airpods  sono state  presentate durante il Keynote del 7 settembre 2016 ma saranno disponibili negli Apple stores solo a fine ottobre.

apple_airpodsAirpods: cuffie rivoluzionarie con chip W1 realizzato appositamente da Apple.

Se osserviamo il design delle nuove AirPods somigliano sostanzialmente a delle EarPods a cui è stato tolto il filo niente di più ma, i due auricolari bianchi  dalla classica forma allungata nascondono al loro interno la vera innovazione. Una tecnologia basata su un nuovo chip, il W1, e la promessa di migliorare l’esperienza d’uso di tutte le cuffie wireless questa è la visione di Apple. È proprio l’intelligenza artificiale del nuovo chip W1 a gestire la connessione super-facile: è lui a capire quando parlate al microfono (e tenta di migliorare la qualità della voce escludendo per quanto possibile i rumori di fondo), è lui a sapere se gli auricolari sono entrambi inseriti nelle orecchie.

Modalità Siri on in un touch.

L’altro aspetto estremamente semplice in stile Apple sono i comandi. Non ci sono né pulsanti né comandi touch. Si passa dal telefono oppure, meglio, da Siri. Doppio tap su uno degli AirPods e si attiva Siri. L’assistente digitale fa le cose che a cui ci hanno abituati  iPhone/iPad (ricerche, cercare percorsi su Mappe, inserire appuntamenti e pro-memoria, mandare messaggi, etc). Oppure serve a controllare la musica: comandi come “vai al prossimo brano”, “alza (o abbassa) il volume” funzionano perfettamente. Queste cuffie wirelless sono destinato a diventare un oggetto di transizione delle interfacce da touch a quelle vocali; Siri infatti entra, letteralmente, nelle vostre orecchie. Cosa ben diversa e con ben altra immediatezza rispetto al tirar fuori uno smartphone, schiacciare un pulsante e attendere una risposta.

apple-airpods-pairingL’accoppiamento con il telefono : il più semplice mai creato.

Il pairing (ovvero l’accoppiamento tra telefono/tablet/pc e l’auricolare) è immediato, trasversale e pressoché infallibile. L’idea è vincente. Gli AirPods arrivano in una custodia: quando la apriamo vicino all’iPhone immediatamente vengono riconosciuti e basta estrarli, infilarli all’orecchio e utilizzarli. Grazie all’utilizzo del Portachiavi iCloud saranno già accoppiate con ogni vostro dispositivo Apple.

Per ascoltare la musica basterà indossarle, i sensori ottici riconosceranno quando avrete indossato le cuffie. Se invece volete fermare la riproduzione basterà toglierne una sola o chiedere a Siri di fermare la riproduzione. Per richiamare Siri basterà fare un doppio tap su un auricolare, senza togliere l’iPhone dalla tasca. Inoltre l’accelerometro riconosce quando parli, escludendo i rumori di fondo per mettere in risalto la tua voce.

Eve il personaggio della serie animata Wall-E (Copyright Disney Pixar)

Eve il personaggio della serie animata Wall-E (Copyright Disney Pixar)

Una power bank  che ricorda un personaggio della Disney Pixar: Eve!

La custodia è un power bank ( batterie portatili esterne che trovate anche per gli smartphone) che fornisce in tutto 24 ore di autonomia e si ricarica a sua volta tramite una porta Lightning. Promettono   5 ore di ascolto con una sola carica, la custodia ti permette di ricaricarli fino ad arrivare a oltre 24 ore di ascolto. Se ti servono urgentemente ma sono scarichi, basta inserirli nella custodia per 15 minuti, ottenendo un ulteriore autonomia di 3 ore. Non sò se l’avete notato ma questa custodia ricorda nel design l’amica di “Wall-E”: Eve (due protagonisti del  film di animazione della Pixar). E’ curioso, ma è stato proprio la figura a capo dei designer di Apple, Jony Ive, ad aiutare i disegnatori della Pixar a trovare una forma alla robottina che fa innamorare Wall-E!

Qualità audio: non per audiofili!

Il livello supera nettamente le Earpod ma i bassi sono molto decisi, come le Beats, i toni medi sembrano soffrire un pò. In generale il suono non è del tutto equilibrato, ma ci troviamo di fronte a oggetti che non sono certo pensati per audiofili che si vogliono godere un grande ascolto nel salotto di casa.

Prezzo: si potrebbe fare di meglio?

l prezzo resta il deterrente più forte all’acquisto: 179 Euro. E’ piuttosto alto ma il confronto  va fatto con micro-auricolari Bluetooth dotati di funzioni smart come Samsung Icon X o Bragi Dash. Queste due tipologie di auricolari anche se sono più rivolti al fitness, hanno funzioni come tracciamento dati biometrici, spazio di memoria interno per la musica, etc. e con meno autonomia e meno facilità d’utilizzo, costano da 199 ai 299 euro.

Un auricolare che non cade!

Avete paura di perderli, non vi preoccupate, ad assicurarvelo è proprio l’amministratore delegato della compagnia di Cupertino Tim Cook, in un’intervista al programma “Good Morning America” in onda  sulla Abc! Anche durante una corsa o movimenti frenetici rimarranno salde alle vostre orecchie; molti erano scettici su questo punto ma molte recensioni di utenti che le hanno testate, ci assicurano ottime performance, probabilmente erano proprio i cavi a farci saltare dalle orecchie le Earpods!

Le nuove  nuove cuffie Airpods di Apple ancora prima della loro uscita sono state difinite “gli orecchini dei nerd”, definizione simpatica come dargli torto?

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sara Falciani
No Comments

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

>