To top
9 Giu

“Snapchat” come funziona questa famosa app…fantasma?

Snapchat

“Snapchat”, popolare tra i teenager americani va forte anche in Italia; permette di inviare messaggi che si auto distruggono in pochi secondi, ma da qualche tempo ha anche un canale dedicato alle news.

Snapchat social chat

Snapchat social chat

E’ il fantasmino più famoso degli ultimi mesi, tutti ne parlano ma nessuno, eccetto i teenagers, sembra capire bene di cosa si tratta. Voi lo conoscevate? Noi solo per fama così siamo andate a curiosare.

Snapchat, è un  giovane social network di messaggistica per cellulari e tablet. Fu fondato da Evan Spiegel, Bobby Murphy e Reggie Brown nel 2011 e nel 2016 è riuscito addirittura a superare Twitter in termini di utenti attivi giornalieri. In USA risulta che Snapchat batte tutti lasciandosi alle spalle Instagram, Twitter e Facebook, ultimo in classifica, Google Plus che viene superato sia da Tumblr sia da Pinterest.

Snapchat, per spiegarlo in parole povere, è un’applicazione che permette di scambiarsi foto e brevi video (della durata massima di 10 secondi), con la condizione del: “Questo messaggio si auto distruggerà in 5…4…3…2…1…0!Boom!”; si perchè i messaggi vengono cancellati automaticamente al termine della visualizzazione. Permette poi di chattare con i propri amici in tempo reale e di condividere album pubblici di foto e video accessibili da tutti i propri contatti per un periodo di 24 ore. In alcuni mercati è stata introdotta perfino la possibilità di associare una carta di credito al proprio account e inviare piccole somme di denaro a mezzo chat.

Come utilizzare : FILTRI, EMOJI E LENSES

Snapchat download

Snapchat download

È facile realizzare uno snap. Una volta aperta l’applicazione, basta pigiare il tasto in basso al centro del dispositivo per scattare una foto o un selfie. Altrimenti, si può tenerlo premuto per creare un video. A sinistra, invece, compare il pulsante del timer che regola la durata minima e massima da 1 a 10 secondi.

Le immagini si possono modificare attraverso filtri speciali, muovendo il dito sullo schermo da destra a sinistra, e anche arricchire con disegni colorati o aggiungendo sia testo sia emoji, che è possibile animare nelle clip.

Ai selfie, in versione video o foto, è possibile, inoltre, applicare effetti specialicon i simpatici e divertenti Lenses. Che si richiamano sull’applicazione tenendo premuto un dito sul proprio volto inquadrato dalla fotocamera e si selezionano scorrendo la lista in basso.

Per visualizzare un messaggio video o di foto arrivato sull’app si deve premere il quadratino nell’angolo a sinistra della schermata iniziale. Quelli da aprire saranno indicati da un’icona colorata e si potranno vedere con una semplice pressione delle dita sul display.

Un’app in continua evoluzione

Snapchat ha subito nel corso del tempo successive modifiche, arricchendosi di nuove funzionalità e possibilità espressive. Inizialmente, è nata come app per condividere foto e in seguito nel 2012 sono stati introdotti i video.

Ad ottobre 2013 arriva Snapchat Stories che consente di riunire in un’unica storia gli snap realizzati da un utente nell’arco di unaMa la novità più rilevante è il lancio del canale Discover nel 2015 che ha trasformato Snapchat in una piattaforma in cui si possono fruire i contenuti editoriali pubblicati da testate come CNN, National Geographic, DailyMail, MTV, Vice, Vox o Mashable.

Più di recente, è stata svelata una nuova tecnologia che permette di incollare adesivi 3D nei video dando la possibilità agli utenti più creativi di sviluppare effetti davvero divertenti. Per questi suoi continui cambiamenti e aggiornamenti Snapchat piace tanto ai giovanissimi.

In Italia, come rivela una ricerca dell’università di Firenze, lo usa tutti i giorni il 28% degli adolescenti e proprio loro dicono di Snapchat:

È immediato, veloce, non t’impegna e puoi sempre sapere chi viene a visitare il tuo account.

Provando a semplificare, Snapchat è una sorta di ibrido tra Whatsapp e Facebook: come Whatsapp è collegata al numero di telefono e consente di comunicare e scambiare contenuti con i propri contatti in Rete; come Facebook, invece, permette di sviluppare un “racconto” con aggiornamenti che compaiono nel flusso dei propri seguaci.

Beh…siamo riuscite a incuriosirvi? Che siate adolescenti o no sarà divertente provare ad utilizzarla…Happy snapping!

 

Life Prêt-à-Porter
No Comments

Leave a reply