To top
31 Mar

Enpa Progetto Spagna: un levriero da amare!

levriero

L’articolo di oggi è davvero particolare e per questo vi richiediamo attenzione , comprensione e cuore.

Più che di un articolo, in realtà si tratta di una richiesta di aiuto neanche troppo silenziosa e di massima condivisione  ( da parte di chi ama gli animali) dell’iniziativa di cui vi parleremo tra poche righe.

Un cane è per sempre e scegliere di averne uno crea subito un patto speciale tra il proprietario e l’animale, una magia che si rinnova quotidianamente in ogni sguardo, zampata e scodinzolata. Così come capita per gli esseri umani, tuttavia, anche nel mondo canino ci sono esemplari molto fortunati, abituati sin dal primo giorno di vita ad essere strapazzati di coccole, ricevere mille attenzioni, una copertina tutta per sè e calore e cibo a volontà e poi ci  sono cani più sfortunati quelli che dal giorno della nascita cominciano già a lottare con la vita, quelli che ogni giorno devono pregare che la spazzatura regali loro il pasto quotidiano e che il tempo sia mite per non morire di freddo, animali che non hanno mai conosciuto il caldo tepore di una carezza che ti accarezza il muso e l’anima.

Quando parliamo dei galgo o levrieri spagnoli facciamo purtroppo riferimento a cani anche più sfortunati messi al mondo non per essere amati ma unicamente per essere sfruttati, umiliati e buttati quando non se ne ha più bisogno e quando usiamo il verbo buttare non lo facciamo a caso e capirete il perchè!

levrie

La nascita di questa razza canina in Spagna è assolutamente pianificata perchè il galgo o levriero spagnolo è un cane utilizzato per le sue doti fisiche dai cosiddetti galgueros per la caccia alla lepre. La selezione viene fatta da subito: gli esemplari migliori vengono scelti per l’addestramento mentre quelli non ritenuti idonei sono condannati ad un triste ed in alcuni casi atroce destino. I più fortunati vengono abbandonati nella campagna e se catturati portati nelle perreiras ( canili spagnoli) dove troveranno la morte nel caso non vengano adottati entro poche settimane , in altri casi questi cani vengono uccisi facendo loro subire le peggiori torture : dal bruciarli vivi, al rinchiuderli in una camera a gas, a gettarli in pozzi profondi e molti finiscono addirittura impiccati, appesi agli alberi mentre con le zampe cercano disperatamente di toccare terra  e si parla in questi casi della  “morte del pianista” .

Personalmente noi siamo venute a conoscenze di questa terribile situazione perchè un nostro amico ha adottato un levriero ma credetemi sono molto poche le persone che in Italia conoscono la tragica realtà di questi cani. Pensate che  si stima che in Spagna vengano uccisi ogni anno circa 50.000 galghi ma purtroppo nessuna associazione è riuscita fino ad oggi a bloccare queste terribili esecuzioni permesse dalle leggi nazionali. I levrieri nascono per essere sfruttati e muoiono quando dopo pochi anni (2 o 3) la loro velocità non è più adeguata all’attività della caccia. La loro vita si consuma in fretta ed aridamente senza conoscere amore, calore, senza mai aver avuto con l’uomo un contatto “umano”.

lev

Per questo oggi siamo qui, per sensibilizzare non solo gli amanti degli animali ma tutti coloro che hanno un cuore su questa dolorosa ingiustizia e lo facciamo parlandovi dell”ENPA PROGETTO SPAGNA una associazione onlus che dal 2010 opera nel Nord Italia per cercare di salvare i galghi da morte certa e regalare loro una vita dignitosa e piena di amore. I collaboratori dell’ENPA si recano periodicamente in Spagna per recuperare il numero maggiore di cani da potare in Italia per procedere poi alla loro adozione. Vi segnaliamo questa associazione perchè, come detto sopra, una persona che noi conosciamo personalmente si è già rivolta a loro ed ha potuto constatare non solo la serietà e la professionalità dei volontari ma soprattutto il sincero amore per questi animali.

Visitando il loro sito : http://www.progettospagna.it/ troverete  tutte le informazioni necessarie ed anche una pagina con le foto dei cani pronti per l’adozione , cani che attendono da sempre di conoscere un padrone pronto a rispettarli e donare loro una dignità mai posseduta. Scoprirete che il levriero spagnolo è un cane dall’indole molto mite e riservata, che sa stare in compagnia ma è anche molto pigro e che a dispetto delle sue lunghe gambe e del suo “scatto felino” preferisce passare la giornata steso sul suo divanetto ed in tranquillità. Animale domestico che non necessita di grandi spazi a differenza di quel che si potrebbe pensare , pronto a legare con bimbi ed anziani. Ogni cane ha la sua scheda di presentazione che ve lo farà conoscere ed amare in un attimo!

levrieri

Foto di Nuria Cordon

Molte persone dicono di amare i cani ma poi quando devono prenderne uno prima del benessere dell’animale pensano al proprio ego, la voglia di apparire prevale sulla necessità di essere  e così si pagano bei soldi per avere una razza piuttosto che un’altra mentre i canili si riempiono di occhi che supplicano di portarli via da quell’inferno.

Se state pensando di prendere un cane pensate seriamente che adottando un levriero spagnolo  farete molto di più : avrete salvato una vita e siamo certi che lui sarà prontissimo  a fare lo stesso con la vostra perchè un levriero ( quindi  anche un cane di razza) è per sempre!!

 

Le foto dell’articolo sono state prese dal sito ufficiale di Enpa Progetto Spagna previa autorizzazione.

Alessandra Cuscianna
No Comments

Leave a reply