To top
23 Mar

Biblioteq: a “te per te” con il gusto!

Teiere in ghisa

Il te si beve per dimenticare il frastuono del mondo. (T’ien Yiheng)

 

Entrata negozio

Oggi vi porto con me in un posticino davvero molto particolare, uno di questi posti che quando ci entri ti dà subito l’impressione di aver lasciato il mondo fuori dalla porta. Ci arriverete con una piacevole passeggiata tra i vicoli più antichi e suggestivi di Roma, tra stradine lontane dal caos quotidiano che profumano ancora di semplicità e tradizione popolare.

Come sempre capita per le cose più belle io ho scoperto Biblioteq, (ecco il suo nome), per caso grazie ad un’amica molto dinamica e poliedrica che un giorno non lontano ha deciso di regalarmi un te verde molto speciale al gusto di fragoline, panna e rosa. E già, non avete letto male!! Ho parlato proprio di te verde ma non del te che siamo abituate a comprare al supermercato e che diciamocelo pure ha il sapore del fieno dei cavalli ma che tutte noi, conoscendone i benefici, buttiamo giù col naso tappato. No, questo te così come tutti gli altri dei quali farete conoscenza dentro questo grazioso tea shop vi faranno capire che forse, cosi come è successo a me, un te vero non l’avete ancora mai bevuto. Io, devo ammetterlo, non sono una grande cultrice o appassionata di te e tisane ma una volta dentro questo piccolo localino, di soli 15 mq2 , ma davvero delizioso i miei occhi non sapevano più dove guardare. Ogni angolo di Biblioteq riserva mille sorprese e così in un minuto ti trovi a pensare che hai trovato il posto giusto per il prossimo regalo all’amica che fa la collezione di tazze perché ce ne sono davvero per tutti i gusti, per non parlare delle meravigliose scatole di latta che rappresentano una confezione raffinata per il te da regalare ad una persona speciale, alla zia che ha vissuto in Oriente e che ne sente la nostalgia od anche al nostro capo per un regalo semplice ma di classe.

Scatole per tè

Scatole di latta per te

E come non dedicare un minuto alle colorate teiere in ghisa che da sole sono già un bellissimo oggetto di arredo per la nostra cucina? Come avrete capito è impossibile racchiudere in un articolo la magia del posto, io posso darvi solo le chiavi per entrare ma una volta varcata la soglia ognuno comincerà il suo viaggio personale perché dentro Biblioteq troverete davvero tutto ciò che neanche immaginate possa esistere. In un viaggio fantastico intorno al mondo accompagnati dal proprietario Claudio persona di una gentilezza squisita come i suoi prodotti, scoprirete in pochi minuti che oltre al te verde ed a quello nero, che tutti più o meno conosciamo, esistono anche te bianchi, gialli e rossi, e calare il vostro naso nel profumo e nell’aroma delle loro foglioline vi catapulterà in un battibaleno in Cina, in India, in Nepal passando per il Giappone ed il Kenya perché non

è vero che il te è solo cinese e che e’ solo uno…da Biblioteq ne troverete 180 tipi diversi e vi assicuro che non sto dando i numeri. Volete un esempio: avete mai provato il te nero kaki e melone, o il te verde con arancia, cannella, mandorle ed anice? Rispondo io per voi: “ no di certo”!!

Tazzine giapponesi

E se non sopportate bene la teina cosa si fa? Nessun problema: da Biblioteq troverete anche te senza teina come il rooibos che viene dall’Africa e che potrete bere a qualsiasi ora del giorno o della notte ed anche una larga varietà di tisane e di infusi ed anche in questo caso scordatevi quelle banali e dal gusto artefatto che vende il supermercato sotto casa perché qui stiamo parlando di infusi alla crema di mandorla, all’albicocca e caramello, o di infusi con dentro pezzetti di mela, ananas e lemongrass.

A questo punto il mio articolo potrebbe finire qui perché vi ho già dato mille motivi per scoprire questa piccola bomboniera nel cuore di Roma  ma voglio stupirvi ancora e fare la felicità non solo degli amanti del te ma, anche degli intenditori di caffè, dei golosi di cioccolata e delle patite di confettura e marmellate. Non so davvero da dove cominciare e non voglio dilungarmi troppo perché le mie vogliono essere solo delle indicazioni, toccherà a voi, come detto sopra, dare libero sfogo alla vostra curiosità ed andare letteralmente a caccia del prodotto più vicino ai vostri gusti o più in linea con le vostre esigenze. La scelta è davvero vasta e l’imbarazzo sarà grande ma, mettiamola così, conoscere tanti prodotti vi offrirà una buona occasione per tornarci di tanto in tanto anche perché è importante , comunque, informarvi che spesso troverete prodotti nuovi perché il rifornimento è costante e perché ci sono marmellate o te che saranno disponibili in periodi particolari dell’anno proprio perché trattandosi di prodotti genuini è importante anche rispettare tempi e stagioni di produzione. Ma tornando alle marmellate non posso non elencarvi alcune confetture meravigliose che solo a leggerne gli ingredienti vi faranno venire l’acquolina in bocca. Non mi credete? Bene, vi sfido: “quanti di voi si sono svegliati la mattina ed hanno fatto colazione con una marmellata di pere, cioccolato e cannella”? ” Avete mai spalmato sulla vostra bella fetta di pane una confettura all’uva fragolina”? “O regalato ad un amico ghiottone la marmellata di pere , zenzero e pepe rosa”? Parlando dei caffè invece sarà sufficiente elencare solo il nome di alcuni Paesi: Guatemala, Perù, Giamaica ognuno con la sua confezione di carta colorata e con un packaging raffinato che aspetta solo di fare la felicità di chi è abituato ad inebriarsi di aromi che fanno perdere i sensi e che niente hanno a che vedere con l’acqua sporca che a volte ci viene servita anche nei bar più in, perché quando si parla di caffè anche in Italia bisogna fare tante belle distinzioni.

Cucchiaino di zucchero

Cucchiaino di zucchero

Chiudo questo articolo, e vi prometto che lo sto facendo veramente, con le due ultime soffiate che riguardano tante golosità a 360 gradi dai cucchiani di zucchero, ( nella foto vedete quello al mirtillo), a tante varietà di zucchero stesso che Claudio vi farà conoscere: quello aromatizzato al caramello, quello aromatizzato alla vaniglia e tanti altri che stanno per arrivare, per non parlare dello zenzero candito ricoperto di cioccolato fondente che va tanto di moda in questo periodo o delle arachidi rivestite di pasta al wasabi se siete dei pioneri del gusto o avete conoscenze giapponesi nel vostro giro di contatti.

E se in ultimo, ma proprio in ultimo poi, tra i vostri hobbies rientra anche la cucina una spolverata di pepe di sarawak non potrà mancare sul vostro pesce o nel vostro risotto. Bene, bene…ora venitemi a dire che non avete idee per i prossimi pensierini o che non sapete cosa portare a cena dopo aver ricevuto un invito. Scherzi a parte io sono contenta di aver condiviso con voi questa scoperta esaltant…TE ed a questo punto non mi resta che augurarvi buon viaggio nel teashop delle meraviglie!!

P.s: per i dettagli e gli ultimi aggiornamenti consultate la pagina Facebook o il sito http://www.biblioteq.it/

Aleksara

Alessandra Cuscianna
No Comments

Leave a reply